×

Attenzione

Direttiva europea 2009/136/CE: tutela della vita privata nelle comunicazioni elettroniche

Questo sito utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la gestione ed altre funzioni. Navigando all'interno di questo sito lei accetta che questo tipo di cookies vengano inviati al suo browser.

Non ha accettato che i cookies vengano scaricati sul suo computer. Se vuole può cambiare questa decisione.
Stampa

20140706 comunicato stampa

20140705daviaFermi c rLo scorso 19 giugno il TAR ha esaminato per la prima volta il ricorso presentato da cinquanta segratesi con Legambiente Lombardia e WWF Martesana contro il PGT e la cementificazione del Golfo Agricolo.

Durante il dibattito, l'avvocato della società Europa 2000 (famiglia Cantoni) ha sostenuto che nel Golfo l'attività agricola è ormai dismessa e che quindi l'area non può essere danneggiata da edificazioni; ha poi ricordato che la società ha già speso molti soldi per il "preverdissement" (aree alberate da realizzare prima delle edificazioni) che sta dando all'area l'aspetto del futuro parco urbano.

Il Golfo è sotto gli occhi di tutti i segratesi che transitano sulla Cassanese e quel che si vede non è per niente quello che dice l'avvocato.
Proprio in queste settimane, buona parte del terreno è stato coltivato nuovamente a granoturco mentre le pianticelle che dovrebbero costituire il preverdissement sono in buona parte striminzite o rinsecchite.

Il TAR intanto ha deciso che il contenuto del ricorso merita un esame approfondito e immediato: per questo ci sarà un'udienza pubblica il prossimo 23 ottobre, cioè poco dopo la pausa estiva.
Sarà un appuntamento importante anche se probabilmente non l'ultimo del ricorso "no al cemento sul Golfo".

Sono due quindi le strade ancora aperte per i segratesi che vogliono evitare che l'ultima grande area a vocazione agricola di Segrate sia definitivamente urbanizzata.

La prima è portare una nuova maggioranza a guidare la nostra città nelle elezioni della prossima primavera.

La seconda è continuare a sostenere il Comitato Golfo Agricolo che si sta facendo carico dell'impegno, anche economico, del ricorso al TAR per impedire che l'attuale maggioranza, sia pur disgregata e sbandata, provochi con qualche ultimo colpo di coda, dei danni irreparabili al nostro territorio.20140705daviaFermi sud r

Sostieni anche tu il ricorso al TAR firmato da WWF Martesana, Legambiente Lombardia e da cinquanta segratesi per salvare Golfo Agricolo e prati adiacenti.
Versa un contributo sul c/c intestato a Vezzoni Paolo - IBAN: IT86H0340201601000000003166.

Segrate, 6 luglio 2014

Segrate Nostra

 

Categoria: comunicato 2014